Comuni “ricicloni”. Primati per Baronissi, Roccadaspide e Caggiano

Il primo Comune “Riciclone” del Sud Italia è Baronissi. Con l’82,40% di raccolta differenziata ha meritato il riconoscimento che Legambiente ha consegnato ieri  pomeriggio a Roma al sindaco Gianfranco Valiante. Baronissi è primo in tutto il sud tra i Comuni “rifiuti free” oltre i 15mila abitanti: solo 10 le città premiate e tutte dalla Toscana in su. Negli ultimi quattro anni la raccolta nel centro della Valle dell’Irno è cresciuta di nove punti percentuali.

“È un premio che ci onora e che conferma la leadership del Comune di Baronissi in ambito nazionale per la raccolta differenziata”, sottolinea il sindaco Valiante spiegando che i dati testimoniano come questo territorio rappresenti un vero distretto green, capace di innovare e investire nel settore della sostenibilità ambientale.

Tra i dati più significativi, quelli riguardanti l’efficienza dell’isola ecologica. Le famiglie che la utilizzano sono 5mila su 6840 con un +90% nell’ultimo quadriennio. Duemila gli accessi al mese. Sono invece 2.840 gli utenti che hanno ricevuto ecobuoni da spendere nei negozi di Baronissi. “Un’economia circolare che fa del rifiuto una risorsa”, sottolinea il Comune in una nota.

Con il 75,2% di raccolta differenziata il comune di Roccadaspide ha conquistato il primo posto a livello regionale fra i Comuni Ricicloni, la speciale classifica stilata da Legambiente sulle realtà virtuose in tema di rifiuti avendo cura per l’ambiente. Roccadaspide si è classificato primo tra i comuni Campani tra i 5mila e i 10mila abitanti per la raccolta differenziata nel 2017.

A Roma il sindaco Gabriele Iuliano ha ritirato il riconoscimento che ancora una volta premia gli sforzi di cittadini e amministratori finalizzati a preservare il decoro dell’ambiente e a confermare i risultati ottenuti in anni di impegno. La cerimonia si è svolta per il 25esimo anno consecutivo alla presenza, tra gli altri, del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, che ha già avuto modo di constatare di persona, da generale dei Carabinieri, la pulizia e il decoro che contraddistinguono la città di Roccadaspide e l’attenzione dell’amministrazione e dei cittadini per l’ambiente, in occasione dell’inaugurazione della caserma dei carabinieri forestali.

Il servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta viene reso a Roccadaspide con mezzi e operai comunali, e i risultati consentono di mantenere la TARI tra le più basse in assoluto.

Al di sotto dei 5mila abitanti premiato invece il comune di Caggiano

Lascia un Commento