Commercio abusivo a Salerno, la rivolta dei commercianti regolari ‘Per un giorno abusivi anche noi’

Una clamorosa forma di protesta contro gli abusivi è stata annunciata dai commercianti di Salerno che si dicono pronti ad abusare anche loro allestendo in piazza Portanova o sul Lungomare, un suk con le proprie mercanzie in vendita tra gazebo e tappeti.

Esasperati dalla massiccia invasione di venditori abusivi e dalle mancate soluzioni, i negozianti sono pronti all’offensiva contro chi sottrae ai loro incassi, centinaia di euro al giorno, senza pagare tasse, nè costi di gestione.

Un giro d’affari milionario, stando ai calcoli dell’Anva, l’associazione che riunisce gli ambulanti.

Aniello Pietrofesa, presidente provinciale Anva, ricorda che il mercato della contraffazione, nel Salernitano, sottrae al commercio regolare circa 125 milioni di euro l’anno che salgono a 250 milioni se aggiungiamo i prodotti per la casa e la persona venduti senza autorizzazione agli angoli delle strade.

Pietrofesa afferma che nel fine settimana il territorio è invaso da circa 700 abusivi che si portano a casa complessivamente 300mila euro, visto che molti di loro arrivano ad intascare, in tre giorni di lavoro senza permessi, oltre 700 euro. 

 

Riascolta l'intervista ad Aniello Pietrofesa QUI

Intervista Pietrofesa

Lascia un Commento