“Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica” in Prefettura a Salerno sulle questioni ambientali

Riunione questa mattina del “Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica” in Prefettura a Salerno convocato dal prefetto Francesco Russo a seguito della richiesta del sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, per affrontare le emergenze ambientali, in primis i recenti incendi nelle aziende di trattamento rifiuti.

Al vertice ha preso parte anche l’ingegnere Fabrizio Curcio, coordinatore della cabina di regia nazionale istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’emergenza sulla “Terra dei Fuochi”. Intanto la Giunta Comunale di Battipaglia ha varato un piano straordinario di controlli a tappeto nelle aziende che trattano rifiuti con un pool formato da tecnici comunali e agenti della Polizia Municipale. L’amministrazione battipagliese ha anche stabilito che, insieme a Regione, Provincia, Vigili del Fuoco e Arpac, sarà messo a punto un Piano di Ispezione Ambientale periodico per coordinare le attività. 

È durato oltre 90 minuti il Comitato Oggi si è dato il via ad un “tavolo permanente sulla crisi” con l’obiettivo di monitorare e coordinare tutte le attività ispettive sui siti che trattano rifiuti sul territorio battipagliese, ma più in generale nella Piana del Sele. Dunque, i controlli sul territorio saranno intensificati dalle Forze dell’Ordine in collaborazione con gli uffici tecnici comunali e dalla Polizia Locale.

Presente la sindaca di Battipaglia, Cecilia Francese: “Devo riconoscere che il Prefetto ha a cuore la nostra realtà e sa ascoltare quello che è un motore trainante dell’economia italiana” così il sindaco di Battipaglia. A breve saranno ricevute le organizzazioni datoriali e sindacali al tavolo permanente per poter sensibilizzare, informare e rassicurare sul percorso istituzionale e di sicurezza pubblica che sia la Prefettura sia tutte le altre Istituzioni coinvolte hanno messo in campo.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento