Coldiretti, stop pesce fresco da Tirreno a Ionio

Da oggi scatta il fermo pesca che porta al blocco delle attività della flotta italiana dal Tirreno allo Ionio e colpisce anche la Campania, oltre che alla vicine Calabria e Basilicata. La Coldiretti sottolinea che il blocco durerà fino al 14 ottobre e interesserà le barche che hanno sistema a traino.
Il provvedimento di fermo ha l'obiettivo di garantire il ripopolamento dei pesci nel mare e salvare così le marinerie dal collasso, in un 2014 che nei primi sei mesi hanno visto una stagnazione dei consumi di pesce fresco in valore, rimasti sui livelli dello stesso periodo 2013.
“Oltre ai problemi per i produttori, con il fermo pesca – spiega Coldiretti – aumenta però anche il rischio per i consumatori di ritrovarsi nel piatto per grigliate e fritture, soprattutto al ristorante, prodotto straniero o congelato se non si tratta di quello fresco Made in Italy proveniente dalle altre zone dove non è in atto il fermo pesca, come la parte Nord dell'Adriatico”.

 

Lascia un Commento