CILENTO – Scoperte due discariche abusive

Due discariche abusive sono state sequestrate nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. La prima è stata individuata a Rofrano, in località ‘Acqua fetida’, in un’area considerata sito di interesse comunitario. Al suo interno, sono stati trovati rifiuti speciali non pericolosi e materiale contenente amianto. Dopo il sequestro dell’area, di circa 100 metri quadrati, è stato denunciato un uomo di 53 anni, considerato il responsabile dell’illecito. L’altra discarica è stata rinvenuta nel piccolo Comune cilentano di Caselle in Pittari, dove gli uomini del Corpo Forestale di Sanza hanno scoperto un’area colma di rifiuti speciali tra i quali alcuni pannelli in fibrocemento con eternit. Denunciato un 66enne ritenuto il responsabile materiale dell’illecito.

Lascia un Commento