Cilento, iniziati i lavori nei comuni colpiti dalla crisi idrica. Stanziati 1,6 milioni di euro

Sono partiti i lavori nei Comuni maggiormente colpiti dalla crisi idrica nel territorio di competenza del consac. Nella giornata di ieri è iniziato lo scavo per la posa della conduttura.

Gli interventi riguardano i comuni di Caselle in Pittari, Santa Marina, Ispani e Morigerati che, nelle ultime settimane, hanno fatto i conti con una situazione di forte criticità subendo continue interruzioni dell’erogazione.

Il finanziamento regionale, ammonta a circa 1,6 milioni di euro e servirà a ridurre i disservizi anche in altre aree del territorio cilentano, in particolare nel Saprese e Golfo di Policastro, nei Comuni di Rofrano e Ascea.

Un ulteriore finanziamento di circa 7 milioni di euro, inoltre, dovrebbe essere stanziato a breve per il risanamento dell’ “adduttrice del Faraone”e per la realizzazione di nuovi impianti a favore dei Comuni di Pollica, Serramezzana, Montecorice, San Mauro Cilento e Stella Cilento.

Lascia un Commento