CILENTO – Sgominata dai carabinieri organizzazione di spacciatori

Sgominata all’alba di oggi un’organizzazione criminale dedita all’acquisto e spaccio nei Comuni cilentani di Agropoli, Santa Maria di Castellabate, Rutino, Altavilla Silentina e anche a Mercato San Severino, nella Valle dell’Irno. I carabinieri del Comando provinciale di Salerno hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Vallo della Lucania nei confronti di 12 persone: una è finita in carcere, sette ai domiciliari, quattro hanno ricevuto l’obbligo di dimora, una persona l’obbligo di firma alla Polizia Giudiziaria.  

I 12 indagati sono ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di cocaina, marijuana e hashish in concorso. A Capaccio Scalo i militari della compagnia di Agropoli assieme ai colleghi del 10/mo Battaglione "Campania" e con l’ausilio di cani antidroga hanno effettuato decine di perquisizioni domiciliari.

Secondo gli investigatori dei carabinieri, il gruppo con a capo Alessandro Romano, agropolese di 28 anni, si serviva di un ristretto numero di persone per trasportare lo stupefacente acquistato nel napoletano e spacciarlo nel Salernitano con l’aiuto di personaggi del posto. Nei confronti del 28enne, che oggi è finito in carcere, è stato eseguito anche un decreto di sequestro preventivo di un negozio di articoli sportivi.

Nel corso di un anno di indagini i militari della Compagnia di Agropoli hanno sequestrato diverse dosi di cocaina e 3 chili di hashish.

Durante l’operazione di oggi è stato arrestato in flagranza anche un 30enne di origini marocchine, poiché trovato in possesso di oltre 70 gr di hashish suddivisi in dosi.

I destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari sono: Chiara Donnabella, 23 anni; Andrea Grimaldi, 26 anni; Rosario Russo, 21 anni; Bruno Marotta, 25 anni; Alessio Graziano Cuoco, 24 anni; Giuseppe Carillo, 23 anni; Gerardo Manzo, 21 anni.

Lascia un Commento