Cicerale, scioperano i 150 operai della Janfeng. A rischio il loro futuro lavorativo

Sono in sciopero da ieri i 150 operai della Janfeng di Cicerale, azienda dell’indotto automobilistico Fiat.

Nei giorni scorsi i lavoratori avevano dichiarato lo stato di agitazione, ma la dirigenza aziendale non ha voluto incontrare i sindacati per discutere di alcune richieste.

Alla base di tutto vi è una decisione dell’azienda che metterebbe a rischio il loro futuro lavorativo.

La fabbrica di Cicerale produce, per conto della Fiat di Pomigliano d’Arco, dei pannelli per la Panda. Questo tipo di produzione dovrebbe essere spostata nel casertano e nel Cilento si dovrà lavorare con un nuovo macchinario, per produrre componenti della Alfa Giulia da destinare ad una fabbrica ungherese dove l’auto viene prodotta.

Quest’ultima non assicurerebbe, secondo i sindacati, le medesime certezze del polo industriale di Pomigliano che, in caso di crisi, tutelerebbe maggiormente gli operai cosa che difficilmente avverrebbe nel caso della fabbrica in Ungheria.

Lascia un Commento