Cicerale, il comune chiude la strada. Ferme le attività agricole e turistiche. L’appello di Giovanna Voria

Il Comune chiude una strada di appena 600 metri ed i titolari di un noto agriturismo e decine di proprietari di terreni ed aziende agricole non possono raggiunge più le loro proprietà con un danno economico enorme.

La storia di ordinaria burocrazia arriva dal piccolo centro cilentano di Cicerale, dove il comune ha chiuso la strada che doveva aggiustare come indicato dal Genio Civile, essendo collocata lungo il fiume Corbella. Una strada che è diventata da oltre 20 anni l’alternativa alla strada non realizzata lungo la Diga dell’Alento.

Noi questa mattina a Radio Alfa abbiamo raccolto la rabbia e la delusione della Chef Giovanna Voria che utilizza la strada per raggiungere il suo Agriturismo. Voria è ritenuta un’ambasciatrice nel mondo della Dieta Mediterranea e del Cilento. Si dice sfiduciata e amareggiata perchè dopo aver fatto tanto per il Cilento riceve in cambio solo un grosso problema. L’appello viene rivolto al comune di Cicerale ma anche a tutti gli enti che possono fare qualcosa per sbloccare la vicenda, compreso il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Intanto Giovanna Voria ha presentato un ricorso al Tar.

Ascolta l’intervista realizzata da Pino D’Elia
Giovanna Voria su chiusura strada Corbella

Lascia un Commento