Il cibo dei romani, viaggio nelle antiche tavole con l’archeochef Cristina Conte

Cosa mangiavano i nostri antenati, greci e romani? Quale modo migliore per scoprirlo, se non immergersi nelle atmosfere suggestive della vita quotidiana di Paestum.

Tre fine settimana, uno dei quali appena trascorso e poi ancora il 26 e 27 maggio e l’8 e 9 settembre, con i “I Giorni romani”, al Parco Archeologico di Paestum, tra attori e figuranti che, attraverso le loro ricostruzioni, hanno riproposto scene e storie contestualizzate a un periodo che va dal terzo secolo avanti Cristo in poi.

Nell’area delle botteghe, l’arechochef Cristina Conte, che da anni compie una straordinaria ricerca delle antiche pietanze, ha raccontato i particolari della cucina antica, come il famoso “libum” di Catone (focaccia a base di farro e ricotta) o la torta cartaginese, passando per il garum (paragonato oggi alla colatura di alici di Cetara) o il “mulsum”, tipico vino speziato.

il cibo dei nostri antenati

Lascia un Commento