Chiusura punti nascite, “io sono nato a Polla” è il coro unanime al Liceo Pisacane di Padula

Il Liceo Scientifico “Carlo Pisacane” di Padula, guidato dalla dirigente Liliana Ferzola, fa sentire la propria voce contro la decisione di chiudere il punto nascite dell’ospedale di Polla e questa mattina ha manifestato la propria contrarietà.

“Io sono nato a Polla” la frase riportata su cartelloni e striscioni preparati dagli alunni di tutte le classi ed esposti nel cortile dell’istituto.

Una frase che suona come la ferma convinzione di rivendicare il proprio diritto a nascere nel territorio del Vallo di Diano, contro qualsiasi tentativo di emarginare le aree interne privandole dei servizi essenziali, contro l’applicazione cieca di una legge che non tiene conto delle specificità e delle esigenze delle famiglie del territorio che in questo modo saranno obbligate ad andare altrove alimentando il fenomeno della cosiddetta “migrazione sanitaria”.

La legge infatti prevede che, a partire dal primo gennaio 2019, vengano chiusi i punti nascite che non raggiungono quota 500 nascite all’anno, tra cui quelli di Polla e Sapri.

Il Liceo Pisacane di Padula ribadisce con forza “IO SONO NATO A POLLA, IO SONO NATO QUI”!

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento