Chiusura punti nascita a Polla e a Sapri, sul piede di guerra Mimmo Vrenna (Cgil). L’intervista

C’è grande preoccupazione a sud della provincia di Salerno per la comunicazione, da parte della Regione Campania, relativa alla chiusura dei punti nascita degli ospedali di Polla e Sapri poiché non raggiungo quota 500 nascite all’anno.

Applicando la legge dovranno chiudere a partire dal primo gennaio 2019. Per il punto nascite di Vallo della Lucania invece c’è una proroga di un anno. I documenti ufficiali relativi all’anno 2016 parlano di 296 parti per Sapri, 263 per Vallo della Lucania e 345 per Polla.

Sul piede di guerra anche Mimmo Vrenna, responsabile della Camera del Lavoro della Cgil Sapri, 

Vrenna su punto nascite

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento