Chiesa pericolosa, ad Angri scontro tra Parroco e Comune

Scontro a suon di carte bollate tra chiesa e amministrazione comunale. Succede ad Angri. Al centro del contendere, come scrive angrinews, la messa in sicurezza la Chiesa di San Cosma e Damiano in via Di Mezzo, dove tra l’altro sono conservati i “Sette Santi Dormienti di Efeso”, recentemente restaurati.

L’amministrazione comunale ha emesso un’ordinanza, dopo sopralluoghi tecnici, con cui individua nella Curia Vescovile e in monsignor Vincenzo Leopoldo, parroco della Collegiata di San Giovanni Battista, i soggetti deputati ad effettuare opere di messa in sicurezza e ripristino della chiesa.

Ma la chiesa risulta essere privata e gli eredi dei legittimi proprietari sono da anni irreperibili. 

Il parroco dunque invia una lettera con cui chiede l’annullamento dell’ordinanza del sindaco, di fatto impugnando e rigettando (parole scritte da monsignore) ogni decisione, sottolineando che non ci sono state donazioni, cessioni o altro della Chiesa da parte degli eredi. Il Parroco senza mezzi termini poi ribadisce che in caso di problemi, danneggiamenti o feriti, sarà ritenuto responsabile il Comune di Angri

Lascia un Commento