Centola (SA) – Irruzione in casa per rapina, picchiata moglie ex assessore

Notte di terrore a Palinuro, nel Cilento, per la famiglia di un ex assessore del Comune di Centola. Domenica notte, intorno alle 3, cinque uomini incappucciati e armati di pistola, con accento straniero, probabilmente dell’Europa dell’Est, hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’ex assessore Vincenzo Merola, gestore di un distributore di carburante. Nella casa che si trova in località Isca delle Donne, in quel momento c’era solo la moglie. Dopo aver minacciato la donna di consegnare l’incasso della giornata, e al tentativo di spiegare che il denaro non era nell’abitazione, i cinque rapinatori, tutti armati e con il viso coperto, hanno colpito più volte la donna al viso. Solo dopo il rientro del marito, i rapinatori hanno deciso di "accontentarsi" di circa duemila euro e sono fuggiti. La donna è stata soccorsa e condotta all’ospedale di Vallo della Lucania, ma è stata subito dimessa. E’ in corso ora una vera e propria caccia all’uomo da parte dei carabinieri della Compagnia di Sapri.

L’episodio ha messo in allarme la popolazione e il sindaco di Centola-Palinuro, Carmelo Stanziola, ha chiesto d’intensificare il controllo della sicurezza in una zona, che a parte piccoli episodi criminali, non aveva mai registrato episodi del genere.

Lascia un Commento