Centola (SA) – Codacons diffica il comune per eco-mostri

Il Codacons Campania diffida il Comune di Centola a demolite gli ‘eco-mostri’ dell’ex Club Mediterranee. La vicenda si riferisce alle 130 costruzioni abusive sequestrate lo scorso dicembre dalla Procura di Vallo della Lucania nel tratto costiero di Palinuro, dove fino al 1980 sorgeva il Club Mediterranee. Secondo Enrico Marchetti, presidente del Codacons Campania, infatti, nonostante i sigilli alle 130 costruzioni, realizzate senza alcuna autorizzazione, a sette mesi di distanza neppure una ruspa ha avviato i lavori di "bonifica" dell’area interessata. Il Codacons chiede dunque al Comune di Centola di intervenire per ripristinare – si legge in una nota – la legalità e per evitare che l’iniziativa della Procura venga vanificata.

Lascia un Commento