Centola, rimase ustionata nell’incendio della sua casa. Muore dopo una settimana di agonia

Non ce l’ha fatta Monika Najduch, la 38enne polacca rimasta ustionata in seguito all’esplosione avvenuta nella sua casa alla frazione Forìa nel comune di Centola.

La donna aveva riportato ustioni sul 60% del corpo. Ieri la morte in ospedale.

Il 14 luglio scorso una fuga di gas provocò un’esplosione nell’appartamento. Al momento però non si esclude alcuna pista sulle cause dell’incendio.

Le sue condizioni apparvero subito gravi. Prima fu trasferita al “San Luca” di Vallo della Lucania, poi al “Cardarelli” di Napoli.

La 38enne in quel momento era sola in casa. I suoi due figli erano dai nonni.

Lascia un Commento