Celle di B. – Mingardina, i risultati del summit tra sindaci, Pierro e rocciatori

Dopo una prima fotografia al costone roccioso, franato nella notte tra martedì e mercoledì scorso e che ha provocato la nuova chiusura della strada provinciale Mingardina, i rocciatori della Provincia di Salerno hanno annunciato che presenteranno entro il prossimo lunedì un preventivo dei lavori, che riguardano in primo luogo l’ispezione ed il disgancio delle pietre pericolanti in un’area di circa 3000 metri quadrati. I lavori, una volta iniziati, dovebbero durare al massimo una decina di giorni.
I comuni di Celle di Bulgheria, Centola e Camerota sarebbero disponibili a contribuire con una somma complessiva di circa 20.000 euro per i lavori di messa in sicurezza. Tra le varie soluzioni proposte dai sindaci per risolvere definitivamente il problema c’è anche la costruzione di un tunnel.
“Ora però l’importante – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Salerno, Attilio Pierro (nella foto), raggiunto al telefono da Radio Alfa – è la messa in sicurezza e la riapertura al traffico della Mingardina. Successivamente auspico un’unità di intenti da parte dei primi cittadini interessati per la costituzione di un tavolo che porti alla presentazione di un progetto condiviso, che a partire dal 2015 possa accedere agli appositi fondi della Regione Campania”.

Lascia un Commento