Cava de’ Tirreni (SA) – Appalti pilotati, i nomi dei 6 arrestati. C’è anche il vicesindaco

Accusati di aver pilotato e truccato appalti pubblici 5 funzionari comunali ed un imprenditore sono stati arrestati questa mattina a Cava de’ Tirreni dai carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura. Sono: Alfonso Carleo, funzionario del Comune, vice sindaco e assessore all’urbanistica; Antonino Attanasio, ingegnere dirigente dei Lavori Pubblici del Comune metelliano; Giunluigi Accarino, ingegnere funzionario del settore Lavori Pubblici; Carmine Vitale, geometra addetto alle opere pubbliche e ai servizi manutentivi del Comune cavese; Francesco Porcelli, geometra addetto alla tutela ambientale e alla pianificazione del territorio comunale metelliano; l’imprenditore Michele Russo, amministratore unico della società cooperativa Libera. Oltre agli arrestati risultano indagate a piede libero 22 persone. I reati ipotizzati dalla Procura della Repubblica, diversi da indagato a indagato, sono di abuso d’ufficio, concussione e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale.

Secondo l’accusa era stato costituito un patto di potere con forti relazioni interpersonali per l’assegnazione di appalti pubblici disponendo l’effettuazione di lavori prima che venisse fatta la ricerca di mercato, condotta poi con l’acquisizione concordata di offerte da ditte compiacenti. Secondo gli investigatori al patto di potere scoperto durante le indagini, partecipavano privati cittadini, professionisti e imprenditori con referenti politici dell’area.

Lascia un Commento