Cava de’ Tirreni (SA) – Acqua, vicenda Ausino all’attenzione dell’Amministrazione Galdi

Il sindaco di Cava de’ Tirreni, Marco Galdi, aderisce al Coordinamento Acqua Bene Comune. L’annuncio è arrivato ieri durante la riunione dei capigruppo consiliari in cui è stata affrontata la vicenda legata all’eventuale trasformazione della società Ausino in azienda speciale e delle ripercussioni sulla sua stessa sopravvivenza.

Il sindaco che ha incontrato il direttore dell’Ausino Spa, Giuseppe Vitagliano, ha detto che la vicenda sarà approfondita dall’Amministrazione che provvederà anche a predisporre una proposta da sottoporre alla Commissione Statuto e Regolamento.

L’Autorità d’Ambito Sele ha già deliberato di voler affidare il servizio all’Ausino nella zona nord dell’ATO 4 Sele, e se la società dovesse riuscire ad assumere tale funzione, potrà garantirsi la sopravvivenza. Trasformando l’Ausino in azienda speciale, si impedirebbe invece l’affidamento del servizio idrico integrato considerato che la legge n.350 del 2004, ha confermato, tra le altre possibilità, di affidare direttamente il servizio a società di capitale pubblico, senza procedure di gara. La funzione e l’organico dell’Ausino, sulla base di quanto delibererà l’Autorità d’Ambito Sele, potranno essere assorbiti da altro soggetto gestore già designato in ATO 4 o da altro nuovo soggetto pubblico appositamente costituito tra i Comuni serviti.

Lascia un Commento