Cava de’ Tirreni, rubata la targa in ricordo del partigiano Mario Zinna

Persone ignote hanno rubato nella notte fra sabato e domenica la targa a ricordo del partigiano Mario Zinna, collocata nel Giardino della Resistenza nella città di Cava de’ Tirreni.

A denunciarlo è l’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) che in una nota dice di temere che il gesto non sia una bravata giovanile, ma l’ennesima ingiuria fascista.

“Più volte la città di Cava de’ Tirreni – ricorda l’Anpi – è stato scenario di provocazioni fasciste, come quando, furono apposti manichini raffiguranti partigiani impiccati all’ex pretura di Cava dei Tirreni.

Era il 25 aprile, giorno dell’anniversario della Liberazione. Questo perché, la messa a terra del “monumento memoriale” partecipa al progetto “Il Giardino della Resistenza”. E’ un’area verde all’interno Parco Falcone e Borsellino formata da aceri rossi piantati per onorare gli uomini e donne che hanno lottato per liberare l’Italia dal Nazifascimo.

L’ANPI annuncia la messa a terra di una nuova targa dedicata alla memoria invitando il fronte antifascista della città, i rappresentati istituzionali e il Sindaco Vincenzo Servalli a prendere parte a tale appuntamento.

Lascia un Commento