Cava de’ Tirreni, rifiuti umidi impuri. Appello del comune a commercianti e cittadini

I centri di raccolta regionali respingono parte dei rifiuti provenienti da Cava de’ Tirreni a causa delle impurità ritrovate nei contenitori dell’umido come lattine e bottiglie di olio, cartoni e conserve di pomodoro formato commerciale.

Attraverso la pagina social istituzione Cava Green Village, la Metellia Servizi, la partecipata del Comune che tra le altre cose si occupa proprio della raccolta rifiuti in città ha sollevato il problema ed invitato la cittadinanza  e in particolare le attività commerciali e gli esercenti del centro storico ad essere più attenti e rispettosi delle norme che disciplinano la raccolta differenziata.

“Queste irregolarità, fanno sapere gli uffici della municipalizzata, danneggiano i cittadini virtuosi e creano ulteriori problemi allo smaltimento, vista anche la grave crisi emergenziale in atto”.

E proprio in merito alla crisi in atto che a breve si farà sentire maggiormente con la chiusura per lavori del termovalorizzatore di Acerra, dal 30 agosto al 12 ottobre, è intervenuto l’assessore all’igiene urbana Nunzio Senatore

Ascolta

Senatore Cava

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento