Cava de Tirreni, l’11 dicembre ospite la militante femminista degli anni ’60 Lidia Cirillo

Lidia Cirillo, militante femminista degli anni ’60, protagonista della Marcia Mondiale delle donne, sarà a Cava de Tirreni domani per presentare il suo libro “Se il mondo torna uomo – Le donne e la regressione in Europa”. appuntamento alle 19,30 presso la sede di Spazio Pueblo di Cava de’ Tirreni.

Si parlerà di lotte femministe, dei movimenti e delle conquiste delle donne, delle “sessualità non conformi”, con una delle figure simbolo del femminismo italiano e internazionale, Lidia Cirillo. Alla realizzazione del testo hanno collaborato le autrici Romina Amicolo, Silvia Brignoni, Eleonora Cirant, Carlotta Cossutta, Claudia Mattalucci, Roberta Paoletti, Massimo Prearo, Ilaria Santoemma.

Nell’introduzione al volume, Lidia Cirillo, 78 anni, precisa che il testo vuole “mettere in guardia un’area di femminismo militante, giovane e meno giovane” che deve prepararsi a fronteggiare gli attacchi sempre più frequenti del “nuovo ciclo politico globale”. Una nuova svolta reazionaria e conservatrice in tutto il mondo sta infatti mettendo in discussione le conquiste ottenute dalle donne, e non solo da loro. I tentativi di repressione e la minaccia di regressione sono costantemente dietro l’angolo e il femminismo ha bisogno di conoscere origini e prospettive di queste correnti regressive, altrimenti rischia un “interramento (…) in qualcuna delle cavità che la storia produce, per un periodo indeterminato”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento