Cava de’ Tirreni – Indagini su lacrimazione Bambinello, indagato fra Gigino

Si sono concluse a Cava de’ Tirreni le indagini della Procura della Repubblica di Salerno sulla presunta lacrimazione del Bambinello Gesù nel convento metelliano, avvenuta tra il 2010 e il 2012. Ci sarebbe un indagato e sarebbe Fra Gigino Petrone, nei cui confronti si ipotizza il reato di abuso della credulità popolare.
Gridando al miracolo per la lacrimazione del Bambinello, Fra Gigino richiamò tantissimi fedeli nel convento creando grande scalpore. Il francescano di ritorno da Gerusalemme dove aveva portato la statuina del Bambinelllo, nel 2010, raccontò poi di aver fatto un sogno premonitore: il Bambinello gli era apparso gridando di sentirsi soffocare. Il giorno dopo il frate aprì la teca, dove la statuina era ancora custodita, davanti ad alcuni fedeli mostrando le lacrime di sangue. Fu avvisato il priore del convento e la Curia. Poi la statua fu sequestrata dai carabinieri per compiere tutti gli accertamenti del caso. Ora l’informazione di garanzia per il frate.

Lascia un Commento