Cava de’ Tirreni – Documento politico del Gruppo Pdl-Forza Italia al sindaco Galdi

In un documento indirizzato al sindaco di Cava de’ Tirreni, Marco Galdi, il gruppo consiliare Pdl-Forza Italia stigmatizza la crisi al Comune metelliano, provocata in via strumentale, ma si dichiara disponibile ad un definitivo e non più rinnovabile Patto per la Città che abbia come primari obiettivi il completamento del trincerone ferroviario e relativo sottovia ed il contratto di quartiere.

La crisi a Palazzo di città, secondo i firmatari del documento, è stata determinata tra l’altro da un rimpasto richiesto senza alcuna indicazione programmatica dal neo gruppo consiliare Unione Popolare, e che tra i suoi due consiglieri annovera il presidente del Consiglio comunale del quale, è scritto nel documento – solo per stigmatizzare l’evidente irresponsabilità politica, erano state chieste le dimissioni dal Pdl-Forza Italia.

Il documento, firmato dal capogruppo Enrico Polacco, da Annalisa Della Monica, da Massimo Esposito, dal vicesindaco Giovanni Del Vecchio e dagli assessori Enzo Passa, Fortunato Palumbo e Teresa Sorrentino, è stato prodotto al termine di un incontro con il commissario provinciale del Pdl Mara Carfagna e con il commissario cittadino Gigi Casciello. Ed è proprio il commissario cittadino ad essere delegato per guidare la delegazione, il capogruppo Enrico Polacco, e l’avvocato Alfredo Messina, ad incontrare questa sera il sindaco Marco Galdi per la definizione dell’intesa condizionata.
Nel documento infatti, nel mentre si esprime disappunto per una crisi politica che ha portato all’azzeramento della Giunta e che mette a rischio la stessa Amministrazione a danno della città di Cava de Tirreni, il gruppo Pdl-Forza Italia propone questo Patto e anche la disponibilità ad individuare le persone che a nome del Pdl-Forza Italia saranno chiamate a realizzarlo d’intesa con il sindaco Galdi.

Lascia un Commento