Cava de Tirreni, botti pericolosi nascosti in un calciobalilla. Sequestro della Polizia

Un ingente quantitativo di botti artigianali è stato scoperto e sequestrato dalla Polizia del Commissariato di cava de Tirreni. Due le operazioni nel territorio metelliano.

In un noto circolo ricreativo situato nel centro di Cava, bene occultati all’interno di un calciobalilla, gli agenti hanno scoperto oltre un centinaio di candelotti esplodenti di rudimentale fattura. Il titolare del circolo ricreativo, un 64enne cavese già noto alle forze di polizia, è stato denunciata per il reato di detenzione di materiale esplodente. La seconda operazione ha riguardato un giovane del posto. Nella sua abitazione, gli agenti hanno scoperto altri manufatti esplodenti di rudimentale fattura. Il giovane, che annovera diversi precedenti penali, anche in questo caso è stato denunciato per il reato di detenzione di materiale esplodente.

Tutto il materiale è stato sequestrato su disposizione all’Autorità Giudiziaria in attesa dell’eventuale distruzione.

Lascia un Commento