Cava de T. – Baldi in libertà chiede il reintegro al Consiglio Regionale

Giovanni Baldi, il consigliere regionale del Pdl arrestato nell’ambito dell’inchiesta sui falsi invalidi è tornato in libertà come deciso dal Riesame. Avrà solo l’obbligo di firma e per due mesi è interdetto dalla professione medica. Analogo provvedimento è stato stabilito dal tribunale per gli altri membri della commissione invalidi dell’Inps che nel frattempo hanno rassegnato le dimissioni dall’incarico. Intanto gli avvocati di Baldi, hanno presentato la richiesta di reintegro in consiglio regionale del proprio assistito che è stato sostituito dal primo dei non eletti, Salvatore Gagliano.

Lascia un Commento