Cava d. T. (SA) – Farmacia distrettuale senza energia elettrica per mancato pagamento delle bollette

La Farmacia distrettuale di Cava de’ Tirreni è senza energia elettrica da giovedì scorso a causa del mancato pagamento di bollette Enel per una somma di circa 2.500 euro. La Farmacia territoriale garantisce servizi per circa 70mila abitanti, di cui circa 10mila sono pazienti fragili. Fra loro 800 utenti affetti da psicosi, 20 malati di Alzheimer, 4mila da diabete, 1.200 malati di cancro e poi utenti affetti da glaucoma, epilessia e da altre patologie. L’Asl Salerno evidenzia che in media, presso la farmacia distrettuale di Cava si registrano dai 60 agli 80 accessi al giorno. Inoltre sono attivi 3 frigo- farmaci, che senza la corrente non possono garantire il mantenimento della “catena del freddo” per farmaci di un valore di oltre 100mila euro. La causa della sospensione dell’energia elettrica, secondo l’Asl, è da ricondurre al fatto che la gestione manutentiva e dei contratti sul territorio metelliano e della Costa d’Amalfi era garantita da un solo Ufficio tecnico e con il passaggio del Presidio Ospedaliero di Cava al “Ruggi d’Aragona” di Salerno si è determinato anche il trasferimento per intero dell’Ufficio tecnico di Cava all’Azienda Ospedaliera; tale Ufficio gestiva in maniera integrata gli aspetti manutentivi e i contratti dell’Ospedale e del Distretto sanitario. La separazione delle competenze avrebbe determinato criticità nel “passaggio di consegne” e il mancato pagamento delle bollette.

Lascia un Commento