Catellabate, spinse la moglie per le scale. 12 anni di carcere per Miccoli

E’ stato condannato a 12 anni di carcere Liberato Miccoli, l’uomo di Castellabate accusato dell’omicidio della moglie, nel mese di maggio del 2015.

Miccoli, secondo la ricostruzione processuale dei fatti, spinse la moglie Angela Della Torre, di 49 anni, dalle scale di casa causandone la morte, avvenuta dopo circa 7 mesi nonostante le cure fra vari ospedali e centri di riabilitazione.

La sentenza di primo grado in Corte di Cassazione è stata pronunciata ieri. Il Pm aveva inizialmente chiesto 15 anni di reclusione. Il difensore di Miccoli aveva chiesto di derubricare il reato in omicidio colposo, ritenendo che la morte non fosse voluta. Liberato Miccoli si è sempre difeso, sostenendo la tesi di una caduta accidentale della moglie. Quando avvenne l’incidente fu lui stesso ad avvisare i soccorsi. La donna però cadde rotolando lungo le due rampe di scale dell’abitazione.

I giudici hanno sostenuto la tesi del pm riconoscendo solo le attenuanti generiche con una riduzione di 3 anni della pena richiesta.

Lascia un Commento