Castelnuovo di Conza: Sequestrata azienda per inquinamento ambientale

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, unitamente a quelli della Stazione di Laviano, a Castelnuovo di Conza, hanno apposto i sigilli ad una locale attività industriale di recupero rifiuti speciali non pericolosi per la produzione di “compost”. I Carabinieri durante il sopralluogo all’impianto produttivo, hanno constatato che le vasche di accumulo del percolato, raccoglienti le acque di lavorazione e quelle meteoriche di dilavamento per il successivo avvio alle operazioni di smaltimento, erano completamente piene e tracimanti di liquido. Avviate nell’immediatezza le procedure per la bonifica del sito, nel frattempo però, circa l’attività di smaltimento di rifiuti speciali, costituiti dal percolato, il legale rappresentante della società, è stata deferita in stato di libertà ai magistrati della sezione reati ambientali della Procura della Repubblica del Tribunale di Salerno.

Lascia un Commento