Castelnuovo di Conza, appello alla Regione per bonificare l’ex sito di compostaggio

Si è tenuto presso la Commissione Ambiente della Regione Campania a Napoli, l’incontro tra il primo cittadino del comune di Castelnuovo di Conza, Michele Iannuzzelli e gli assessori regionali per discutere dell’annosa vicenda dell’impianto di Compostaggio sito in località Piano Voglino a Castelnuovo di Conza.


Nel sito, attualmente chiuso, avveniva lo smaltimento di compost. L’impianto però, dal settembre del 2014 non è più attivo a seguito del sequestro da parte dei Carabinieri del Noe e della chiusura con ordinanza sindacale, oltre alla revoca del suolo comunale. La proprietà dello stabile industriale, prima gestita dalle aziende So.Rie.Co e dopo da Compost Campania, poi fallite, è passata ora, in mano al curatore fallimentare. Oggi, nonostante l’impianto non sia più attivo e parte dei rifiuti siano stati eliminati, restano ancora 19mila tonnellate di rifiuti da smaltire, tra cui la presenza di percolato. Una vera e propria bomba ecologica dunque che ha spinto il primo cittadino a chiedere alla Regione l’immediata rimozione e bonifica dei rifiuti.


Sulla vicenda Mariateresa Conte ne ha parlato con il sindaco di Castelnuovo di Conza, Michele Iannuzzelli.


Riascolta l’intervista 

Intervista Iannuzzelli su compostaggio

Lascia un Commento