Castellabate, workshop sul tema dei rifiuti in mare. L’intervista al Direttore del PNCVDA

Presso il Centro Studi delle Riserve Marine italiane presso Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate, si tiene fino alle 17 un incontro sulle problematiche relative ai rifiuti galleggianti, soprattutto plastici, che influiscono sull’ambiente marino e sulla tutela della biodiversità, organizzato da Legambiente con il patrocinio del parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Per definire efficaci misure a contrasto del fenomeno, è stato realizzato il progetto MEDSEALITTER, che ha sviluppato metodologie utili per monitorare l’impatto dei rifiuti sugli ecosistemi e sulla biodiversità. Il progetto è frutto della sinergia tra agenzie ambientali, Istituti accademici e di ricerca scientifica, Aree marine protette e Associazioni ambientaliste.

Il progetto è fondato sul ruolo chiave che le Aree marine protette svolgono sui propri territori di riferimento, non soltanto per le preziose azioni di monitoraggio e ricerca ma, soprattutto, per gli interventi di governance finalizzati alla tutela della biodiversità e del territorio.  Per questa ragione, il progetto Medsealitter prevede dei workshop formativi che facciano conoscere i protocolli di monitoraggio ai Parchi e alle Aree marine Protette di tutto il Mediterraneo.

Antonio Vuolo ha intervistato il Direttore del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Romano Gregorio.
Romano Gregorio

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento