Castellabate – Sequestrati duemila ricci pescati da tre pescatori baresi

Duemila ricci pescati nel mare del Cilento sono stati sequestrati dall'ufficio marittimo di Santa Maria di Castellabate, coordinati dalla Guardia Costiera di Agropoli.

Responsabili tre pescatori sportivi baresi in trasferta sulle coste cilentane sorpresi dagli uomini della guardia costiera, in collaborazione con i carabinieri della Compagnia di Agropoli, mentre erano impegnati a prendere i crostacei.
Intanto, nella serata di ieri, gli uomini della guardia costiera hanno recuperato una tartaruga "caretta caretta" impigliata in una rete illegalmente collocata all'interno dell'Area Marina Protetta di Castellabate. Per le ferite riportate, l'esemplare è deceduto poco dopo il trasferimento sulla terraferma.

Lascia un Commento