Castellabate (SA) – Pesca di frodo, sequestrati 2000 ricci

Una vera e propria organizzazione dedita alla pesca di frodo opererebbe nel mare del Cilento. E’ quanto ipotizzano gli uomini della Capitaneria di porto di Castellabate che hanno bloccato nelle acque di Santa Maria un gruppo di pescatori sorpresi a raccogliere ricci di mare. Due uomini a mare e due a terra sono stati individuati dalla Guardia Costiera, con il supporto dei Carabinieri. I quattro pescatori di frodo, al momento della scoperta, avevano raccolto quasi 2mila ricci, nonostante per la pesca sportiva sia prevista una raccolta di un massimo di 50 ricci per pescatore. Sequestrato il pescato e tutta l’attrezzatura utilizzata per la raccolta in mare. Ai quattro uomini, tutti di origine pugliese, è stata elevata una sanzione amministrativa di 2.000 euro. Nei giorni scorsi, sempre gli uomini della Guardia Costiera di Castellabate avevano scoperto altri pescatori di frodo pugliesi.

Lascia un Commento