Castellabate (SA) – Cinema, prima nazionale di Benvenuti al Sud, girato nel comune cilentano

Il 1° ottobre uscirà nelle sale cinematografiche di tutta Italia e già promette di essere un successo di incassi. “Benvenuti al Sud”, il nuovo film di Luca Miniero con protagonisti Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro e Valentina Lodovini, sarà proiettato in anteprima nazionale a Castellabate, che è poi la location dove sono state girate la maggior parte delle riprese. L’appuntamento è per mercoledì 29 settembre alle 20 nell’area antistante Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate con ingresso libero. Saranno presenti il regista Luca Miniero con diversi attori del film. La pellicola è il remake della commedia francese “Giù al Nord” di Dany Boon che nel Paese di origine ha realizzato un record di incassi. Il film di Miniero ha, ugualmente, come punto forte le gag che nascono dai pregiudizi geografico-culturali, nel caso specifico ispirate a “Totò, Peppino e… la malafemmina” che all’inverso sbarcano a Milano come in terra straniera. Claudio Bisio impersona Alberto, il responsabile di un ufficio postale della Brianza che si finge invalido. Per punizione è trasferito nell’unico posto dove non vorrebbe mai andare, ovvero un paesino della Campania. Rivestito di pregiudizi, parte alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei "terroni" scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, scopre invece un luogo affascinante, con colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, interpretato da Alessandro Siani. Le riprese del film si sono svolte quasi interamente a Castellabate, tra il centro storico del capoluogo, San Marco, Santa Maria e Licosa. L’intera comunità locale si è resa parte attiva nello svolgimento delle riprese, aprendo le proprie case e accogliendo con cortesia e ospitalità la troupe. Assistere alla realizzazione del film, d’altro canto, ha fatto sì che gli stessi residenti vedessero con occhi nuovi le peculiarità architettoniche e paesaggistiche di cui è ricco il nostro territorio, con un riscoperto senso di appartenenza a questa che è una delle terre più belle del mondo.

Lascia un Commento