Castel San Lorenzo, richiesta di esonero dal rispetto del Patto di Stabilità

Sono sempre di più i comuni che chiedono l’esonero dal rispetto dei parametri e dai limiti imposti dal Patto di Stabilità, relativo al controllo delle politiche di bilancio pubbliche.

Dopo alcuni piccoli comuni che hanno avanzato la stessa proposta, ora anche Castel San Lorenzo chiede l’esonero, e la giunta comunale ha approvato la “Richiesta agli organi sovraordinati di esonero dal pareggio di bilancio”.

La disposizioni attinenti al pareggio di bilancio, infatti, determinano per i comuni il blocco totale degli investimenti, il divieto di utilizzo di risorse come l’avanzo di amministrazione, nonostante gli impegni presi dalle amministrazioni stesse con i cittadini ad inizio mandato, e soprattutto, nonostante gli impegni profusi dai piccoli comuni per mantenere un basso tasso di indebitamento e per attuare una oculata gestione del personale.

A fronte di una evidente contrazione delle risorse, rimarca l’amministrazione comunale nella delibera, sono stati assegnati ulteriori compiti e funzioni ai comuni senza alcun trasferimento finanziario, mettendo a repentaglio servizi fondamentali quali la manutenzione ordinaria e straordinaria delle infrastrutture sensibili. Per queste ragioni il comune guidato da Giuseppe Scorza ha deciso di seguire la strada già percorsa da altri comuni del territorio, chiedendo l’esonero dal rispetto del Patto di Stabilità.

Lascia un Commento