Castel San Giorgio, murales per ridare vita alle frazioni

I muri di Castel San Giorgio come tele d’artista si sono colorati con tanti murales realizzati dagli artisti invitati dall’amministrazione comunale che guida il paese del poeta, scrittore e giornalista Jean-Claude Izzo. La sindaca Paola Lanzara e l’assessore alle Politiche giovanili e Pari opportunità, Giustina Galluzzo, hanno deciso di “colorare” i muri di Castel San Giorgio che in alcune zone erano addirittura fatiscenti. Quindi hanno ripreso dignità, ma sono diventati anche occasione di denuncia in alcuni casi, di amore per la natura in altri, di inno alla bellezza del Creato in altri ancora.

Il progetto è partito dalla frazione di Aiello ma riguarderà tutte le frazioni del paese. Insieme per realizzarlo il Comune, Fondazione Carisal e Profagri, sotto il coordinamento dell’Associazione Thule.  

La prima opera d’arte è stata realizzata ad Aiello dall’artista Anna Cicalese su una parete 10 metri per 6. La seconda opera pittorica è stata donata alla frazione di Torello, proprio ai piedi dell’ultimo tornante che conduce alla chiesa di Santa Barbara.

La terza tappa ha riguardato l’Istituto ProfAgri di Castel San Giorgio coinvolgendo gli studenti del biennio. Il murales che arricchisce il plesso sangiorgese è stato realizzato dagli studenti sotto la direzione delle artiste Anna Cicalese, Anna Sessa e Adriana Ferri a cui si sono aggiunte anche Maria Concetta De Franco e Enrica Maria Aiello.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento