Castel San Giorgio, individuati i responsabili dei messaggi diffamatori contro il sindaco

Partivano dal Comune di Castel San Giorgio i messaggi diffamatori contro il sindaco Franco Longanella, accusato dagli ignoti di avere rapporti con il clan dei Casalesi.

La procura di Nocera Inferiore ha identificato tra i dipendenti comunali gli autori delle lettere anonime che ora sono indagati per aver diffuso manifesti e volantini diffamatori negli ultimi quattro anni.

Si tratta di messaggi pesanti contro Longanella e altri esponenti dell’amministrazione comunale di Castel San Giorgio, accusati di presunte connivenze con i Casalesi. In alcuni messaggi veniva indicata anche la Procura, ritenuta responsabile di insabbiare le azioni illecite del sindaco. Le denunce, tutte anonime, erano giunte alla Direzione distrettuale antimafia di Salerno e al ministro della Giustizia. Il sindaco quindi aveva presentato una dettagliata denuncia contro  ignoti.

Ora la svolta al termine di perquisizioni domiciliari, effettuate dai carabinieri e dalla polizia giudiziaria di Nocera, col coordinamento del sostituto procuratore Giuseppe Cacciapuoti. 

Lascia un Commento