Castel San Giorgio, in fiamme l’auto dell’ex consigliere Gioiella

Un incendio ha distrutto l’auto dell’ex consigliere comunale di Castel San Giorgio, Aniello Gioiella.

La vettura, una Freemont, era parcheggiata all’interno del parco in cui abita a Nocera Superiore.

L’incendio è avvenuto di notte.

Sul posto oltre ai vigili del fuoco sono intervenuti i carabinieri per chiarire l’origine delle fiamme.

Gioiella, fino a poche settimana fa era candidato sindaco per Fratelli d’Italia insieme a Michele Salvati.

Il Comune, retto da un commissario andrà alle urne al prossimo turno.  Lo scorso novembre, sempre a Castel San Giorgio, fu distrutta anche l’auto di Salvati, attuale candidato sindaco. 

“Se dovesse essere di natura dolosa, sarebbe sicuramente riconducibile alla mia attività politica. Sono certo – dichiara Gioiella – che i motivi sarebbero di natura politica, in ogni caso non mi piego”.

A Gioiella è giunta la solidarietà del presidente regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Antonio Iannone: “Si tratta di un atto gravissimo che ci preoccupa. Da tempo i dirigenti del nostro partito – afferma Iannone – sono oggetto di attenzioni che sfociano in minacce e violenze private. Solo qualche mese fa a Michele Salvati, nostro candidato a Sindaco di Castel San Giorgio, fu data alle fiamme, con analoghe modalità, la propria automobile e ancora prima fu Antonio Buonaiuto, nostro Consigliere Comunale di Siano, ad essere oggetto di minacce”.

Lascia un Commento