Castel San Giorgio, in fiamme deposito di contenitori da conserva

Fiamme alte a Castel San Giorgio dove, nel pomeriggio di ieri, ha preso fuoco lo scatolificio Prisma in località Trivio, in via Petti, al confine con il comune di Roccapiemonte.

Secondo le prime ricostruzioni, l’incendio sarebbe inizialmente divampato nell’area agricola esterna alla fabbrica.

Il forte vento poi avrebbe spostato le fiamme nell’area interna all’azienda facendo andare a fuoco pellet e contenitori di latta da conserva che hanno alimentato il rogo che si è esteso in pochissimo tempo.

Si è anche sprigionata un’enorme nube nera che ha reso l’aria irrespirabile.

I Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare tutta la notte perché le fiamme venissero spente.

Vive per miracolo le circa 15 persone, dieci operai e cinque dirigenti, che in quel momento si trovavano in fabbrica. Hanno provato a domare le fiamme, ma capito il pericolo si sono allontanate.

Secondo una prima stima le fiamme avrebbero causato tre milioni di euro di danni

Diversi ascoltatori a Radio Alfa ieri pomeriggio hanno segnalato il fumo provocato dal rogo fin sull’autostrada A30.

Lascia un Commento