Caso Scafati, depositato ricorso in Cassazione contro il carcere per Aliberti

E’ stato depositato questa mattina dal legale dell’ex sindaco di Scafati, Aliberti, Silverio Sica, il ricorso in Cassazione avverso la decisione del Riesame che a fine settembre aveva disposto il carcere per Pasquale Aliberti, indagato per violazione della legge elettorale, con l’aggravante del metodo mafioso e per scambio elettorale politico-mafioso in riferimento alle elezioni comunali del 2013 nel comune di Scafati e le Regionali in Campania del 2015. 

Si tratta di un secondo ricorso in Cassazione. La prima applicazione delle misure cautelari era stata chiesta dalla Procura Distrettuale Antimafia ma i giudici della Suprema Corte, pur ritenendo fondati gli indizi di colpevolezza, sostenendo la validità del quadro indiziario, avevano deciso di rinviare tutto al Riesame per valutare una misura alternativa per l’ex sindaco di Scafati o dare ulteriori motivazioni al carcere. 

Il tribunale del Riesame di Salerno, il 22 settembre, aveva nuovamente disposto il carcere. Immediatamente dopo la notizia, Aliberti aveva annunciato l’intenzione di non avvalersi della possibilità del ricorso per poter affrontare un processo e affermare la propria estraneità ai fatti. Trascorsi i 10 giorni dall’ultima notifica, (come da legge n.d.r) oggi il ricorso, che blocca la procedura dell’arresto, è stato presentato.

Lascia un Commento