Caso Scafati, dal Riesame si all’arresto per Aliberti e Ridosso. Esecuzione sospesa

Il tribunale del Riesame di Salerno, chiamato quattro mesi fa dalla Suprema Corte, ad approfondire le motivazioni di un eventuale ordine cautelare nei confronti di Pasquale Aliberti e dei cugini Ridosso, ha nuovamente accolto l’appello del PM disponendo il carcere per l’ex sindaco di Scafati, Pasquale Alibeti e Luigi Ridosso.

I domiciliari per Gennaro Ridosso. La vicenda è relativa alle accuse di scambio di voto politico-mafioso durante le Comunali del 2013 e le Regionali del 2015. La sentenza non è però immediatamente esecutiva. Dovrà essere notificata a tutti gli imputati e poi, solo dopo un eventuale ricorso in cassazione, rigettato, potrebbero essere eseguite le ordinanze. C’è un’altra ipotesi.

La Cassazione potrebbe rinviare, come già fatto a marzo, al Riesame per approfondimento sulla motivazione

Lascia un Commento