Caso Porta Ovest a Salerno, avviate procedure licenziamento per 50 dipendenti

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Caso Porta Ovest a Salerno.

 

La Italsud, l’azienda che rifornisce il calcestruzzo al cantiere di Porta Ovest a Salerno, ha avviato le procedure di licenziamento per tutti i suoi 50 dipendenti.

La mancata riscossione di crediti per circa 3 milioni di euro, vantati nei confronti della Tecnis, l’impresa siciliana che si è aggiudicata l’appalto per realizzare le gallerie di Porta Ovest, ha spinto la Italsud, ad avviare le procedure di licenziamento per i suoi dipendenti.

A farne le spese quindi 28 operai che lavorano nella cava del Cernicchiara, 17 nell’impianto di calcestruzzo, 3 tecnici e 2 amministrativi.

Patrizia Spinelli della Feneal Uil ha chiesto “un incontro urgente con il commissario del porto di Salerno, Francesco Messineo, e il presidente dell’autorità Pietro Spirito, nonché con il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli e il responsabile tecnico del cantiere Giovanni Micillo, oltre, al commissario Tecnis, Saverio Ruperto, per scongiurare i licenziamenti”

Ascolta l’intervista a Patrizia Spinelli realizzata da Lorenzo Peluso
Patrizia Spinelli porta ovest

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento