Fonderie Pisano, rinviata udienza al TAR per il no alla trasformazione area industriale di Buccino in distretto agroalimentare

È stata rinviata a data da destinarsi per motivi aggiunti chiesti dai legali delle fonderie Pisano, la prima udienza davanti ai giudici del Tar, sul ricorso presentato dalla famiglia Pisano e da altre otto industrie non agroalimentari che operano nella zona industriale di Buccino, contro la variante al  Puc adottata dal Comune di Buccino che ha trasformato la zona industriale in area Di16 cioè in distretto agroalimentare.

Una variante al Puc che “salva” le industrie esistenti sul territorio, ma che prevede l’insediamento di sole industrie agroalimentari e di logistica, approvata dalla giunta comunale, dal consiglio comunale e dalla Provincia di Salerno, sbarrando così, la strada all’insediamento delle fonderie Pisano interessate a delocalizzare lo stabilimento di Fratte nell’ex azienda Metalli e Derivati a Buccino.  Intanto bisognerà attendere 60 giorni per conoscere le motivazioni che verranno notificate ai legali del Comune di Buccino, Francesca Marmo e Matteo Baldi, che hanno portato al rinvio.

Lascia un Commento