Caso di legionella a Perdifumo, il sindaco Paolillo tranquillizza i cittadini

Una donna  di 70 anni di Perdifumo, nel Cilento, è ricoverata all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania per un’infezione dovuta al batterio della legionella.

La donna è stata ricoverata d’urgenza nei giorni scorsi dopo aver avvertito uno stato di malessere diffuso, tosse e gravi difficoltà respiratorie. Ora è in via di guarigione.

L’anziana vive con la sua famiglia nella frazione Camella in prossimità delle vasche di raccolta d’acqua del comune dalle quali il liquido viene convogliato nelle tubature e distribuito a tutte le utenze pubbliche e private.

La notizia ha creato non poca preoccupazione tra i cittadini per la possibilità di un contagio attraverso le tubature dell’acquedotto comunale.

Il sindaco di Perdifumo, Vincenzo Paolillo, ha però escluso che le due cose siano collegate: "Da medico, anche se esperto in un’altra branca – ha spiegato – posso dire che il batterio della legionella viene contratto quando c’è umidità nell’aria. Il batterio vi arriva, ad esempio, tramite l’evaporazione. I miei concittadini – ha rassicurato Paolillo – possono stare tranquilli perché non c’è alcun rischio di contagio e i rilievi effettuati periodicamente dall’Asl hanno sempre dato risultati negativi". 

Lascia un Commento