CASO CLAPS – Giudice, no a citazione dei vescovi

Il caso Claps. E’ stata respinta l’istanza presentata dall’avvocato Giuliana Scarpetta, legale della famiglia di Elisa, che conteneva la richiesta di citazione, quali responsabili civili, di monsignor Ennio Appignanesi, vescovo di Potenza dagli anni novanta al 2001, e del suo successore tuttora in carica, monsignor Agostino Superbo. Il giudice del Tribunale di Salerno Elisabetta Boccassini, che l’8 novembre giudicherà con rito abbreviato Danilo Restivo, imputato dell’omicidio, ha respinto la richiesta. L’avvocato Scarpetta nell’istanza sosteneva che i vescovi non avessero vigilato, come imposto dal codice canonico, su quanto succedeva nella chiesa della SS. Trinità di Potenza, nel cui sottotetto fu ritrovato il corpo della ragazza.

Lascia un Commento