CASERTA – Donna cavese in coma dopo intervento al seno. Parte inchiesta

Non solo la magistratura ordinaria e gli ispettori del ministero della Salute, ma anche la commissione d’inchiesta della Camera dei Deputati sugli errori in campo sanitario vuole vederci chiaro sul caso di Annabella Benincasa, la donna di Cava dei Tirreni, finita in coma a Caserta dopo un intervento di chirurgia plastica al seno. La diagnosi dei sanitari parla di elettroencefalogramma piatto. La 35enne, secondo quanto riferito dai familiari, durante l’intervento avrebbe avuto un arresto cardiaco per embolia dopo incisione per inserire una protesi. La clinica in cui è stata operata, infatti, sarebbe priva di sala di rianimazione e, quindi, non in grado di fronteggiare eventuali emergenze. La commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, ha disposto un’immediata istruttoria da parte dei Carabinieri dei Nas sulla tragica vicenda della donna, ricoverata da 10 giorni in rianimazione all’ospedale Sant’Anna di Caserta.

Lascia un Commento