Caselle In Pittari, il sogno del campione di sitting volley Michele Fiscina “partecipare alle Paralimpiadi”

Nel 2001 tornava da lavorare, portava scarpe da cucire a mano in un paese vicino alla sua Caselle in Pittari, di ritorno rimase coinvolto in un grave incidente stradale che gli provocò l’amputazione dell’arto inferiore sinistro.

Inizia così un lungo periodo di riabilitazione per arrivare poi all’impianto di una  protesi al centro Inail di Budrio a Bologna. 

E’ la storia di Michele Fiscina, un giovane di Caselle In Pittari rinato grazie allo sport e che ora punta alle Olimpiadi. Tutto questo grazie ad un incontro casuale con Alex Zanardi e dunque il desiderio di arrivare alle Olimpiadi con il sitting volley.

Da qui la partecipazione al primo Campionato Regionale di sitting volley misto conclusosi con la vittoria con la squadra del Nola. Alla fine del Torneo Regionale Michele Fiscina è stato convocato nella selezione Regionale ed ha partecipato al Campionato Nazionale per Regioni che si sono svolte a Chieri in provincia di Torino.

Il suo sogno è arrivare un giorno nella Nazionale di sitting volley e partecipare alle Para Olimpiadi. 

Michele ha raccontato la sua storia a Radio Alfa

Riascolta l’intervista realizzata da Lorenzo Peluso
Michele Fiscina

Lascia un Commento