Caselle in Pittari, torna alla luce un abitato del IV sec a.C. Intervista all’esperta Antonia Serritella

Si è conclusa a luglio la terza campagna di scavo condotta a Caselle in Pittari, da un’équipe dell’Università di Salerno coordinata da Antonia Serritella, su un sito archeologico individuato in località Laurelli agli inizi degli anni ‘90.

Qui è tornato alla luce un abitato del IV sec. a. C. che si estende su un ampio pianoro ed è delimitato da due corsi d’acqua.

Nel complesso sono state individuate cinque abitazioni tra i 400 e i 700 metri quadri e una struttura più piccola. Le case, in ottimo stato di conservazione, sono organizzate intorno ad un cortile scoperto. Dalle ricerche si può affermare il sito sia costruito nel IV sec. a.C. sia stato poi abbandonato intorno alla fine del secolo successivo. Trovati anche frammenti ceramici con iscrizioni in greco e in osco, lingua parlata dai Lucani.

Ascolta la responsabile degli scavi, Antonia Serritella

Serritella

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento