Caselle in Pittari (SA) – Grande successo di “Carlivaru teni siti e teni fami”

Un lavoro certosino nel recupero della tradizione carnevalesca più autentica. Questo è stato ‘Carlivaru teni siti e teni fami’, una vera e propria opera di recupero e di legittimazione del Carnevale, con la costruzione e la tipizzazione di un paio di maschere. L’evento è stato organizzato dalla Pro Loco di Caselle in Pittari, in collaborazione con il locale Forum dei Giovani. “Abbiamo realizzato un workshop di costruzione della maschera tradizionale – sottolinea il presidente della Pro Loco, Antonio Pellegrino –  inoltre abbiamo creato il “fantoccio” di Carnevale che è stato incendiato in piazza Olmo (nella foto) dopo averci lasciato un ricordo in prosa, infine il notaio ha letto il testamento di Carnevale”. Lo stesso fantoccio di Carnevale, prima di essere messo al rogo, è andato in giro per il paese a raccogliere i salumi tipici nelle varie case, poi degustati all’Urmu al suono delle musiche popolari e con le allegre danze. Il tutto a riscaldare un pomeriggio decisamente freddo nonostante la presenza del sole.

Lascia un Commento