Caselle in Pittari, la storia di Michele Croccia “pizzaiolo contadino”. Il Sud che può farcela. Ascolta l’intervista

Studio, dedizione, caparbietà.

La storia di Michele Croccia, pizzaiolo dal 1992, originario di Caselle in Pittari, è l’esempio di come si possa coniugare l’amore per la pizza con quello del proprio territorio e farne un vanto in tutto il mondo.

Croccia si è guadagnato l’appellativo di “pizzaiolo contadino” tanto da meritare anche la menzione del Gambero Rosso.

Per le sue pizze Croccia utilizza solo prodotti del suo terreno o di piccoli produttori locali. Michele infatti cura il suo orto, raccoglie i prodotti della terra con le proprie mani. Poi con una passione smisurata si dedica all’impasto della pizza, tra le migliori al mondo.

Michele ha dimostrato come anche al Sud, soprattutto al Sud, si può fare impresa, qualità ed eccellenza, grazie all’impegno.

Riascolta l’intervista realizzata da Lorenzo Peluso
Michele Croccia

Lascia un Commento